Ciao Maestro!



Stanotte ho fatto un sogno. Il maestro Domenico Lancianese era seduto a capotavola, durante un’agape rituale. Aveva un’aria serena e un aspetto compunto, come di solito. Mi ha detto qualcosa riguardo alla morte, poi il sogno si รจ fatto confuso e mi sono svegliato di soprassalto. Stamattina il fr Franco ci ha comunicato con grande dolore che Mimmo era stato richiamato dal Padre, nei prati celesti e luminosi del grande oriente eterno e, all’improvviso, mi รจ tornato in mente il sogno della notte precedente. Puรฒ esistere un collegamento tra i sogni e la realtร ? Difficile rispondere per chiunque, chi lo fa ha solo la presunzione della conoscenza. La parola si รจ sparsa velocemente e i fratelli tutti si sono uniti nel dolore della famiglia e, in silenzio, ognuno ha rammentato gli insegnamenti e la sapienza di un uomo da ricordare. Fr. Giuliano Lenni