Google+ Giuliano Lenni Weblog: “Il punto nascita è un’'eccellenza della sanità in Val di Chiana”

Giuliano Lenni è nato e vive a Montepulciano con la moglie Carla e la figlia Agnese
Ragioniere, ex Ufficiale dell'Aeronautica Militare e Cavaliere della Repubblica
si occupa di attività imprenditoriali e culturali e di scrittura

Hotel Granducato Montepulciano | MontepulcianoHotels | Voltaia Immobiliare
Ordine di Malta| L'Albergatore Informa |
Lions Club Valdichiana I Chiari
Una Divisa per Amico | Associazione Arma Aeronautica | Anioc

“Il punto nascita è un’'eccellenza della sanità in Val di Chiana”

Il sindaco di Montepulciano 
Andrea Rossi

Sulla notizia del pericolo di chiusura del punto nascita degli Ospedali Riuniti della Val di Chiana interviene anche Andrea Rossi, Sindaco di Montepulciano e Presidente della Società della Salute della Valdichiana: “In questo momento così delicato vorremmo poter impiegare tutte le nostre energie nella difesa dei servizi sanitari, messi in pericolo dalle scelte del Governo. Invece dobbiamo dedicare tempo e risorse a smentire notizie infondate diffuse, evidentemente, con il solito scopo di provocare preoccupazioni e allarmismo. “L' assessore Regionale Scaramuccia ha nettamente smentito la notizia della chiusura di alcuni punti nascita in Toscana”. Quindi c’è ben poco da aggiungere se non stigmatizzare il comportamento di forze politiche che, con argomenti pretestuosi, si impegnano forse a spostare l’attenzione dai veri problemi che oggi affliggono la sanità e che sono frutto – lo ripeto – dei tagli operati dal Governo”. L'’occasione consente di smentire anche un’altra voce – quella relativa alla presunta chiusura del laboratorio analisi della Val di Chiana – cha ha avuto larga eco e che non trova alcun riscontro nel piano di riorganizzazione dell’azienda che non prevede il superamento del laboratorio”. “Il punto nascita di Nottola conclude Rossi – fa riferimento ad un bacino di popolazione che da solo ne giustifica ampiamente l’esistenza, grazie anche al trend positivo che registra, è diventato un punto di attrazione anche verso Comuni che non appartengono strettamente della nostra area e per di più, grazie ad attenti investimenti in professionalità e nelle strutture, si è guadagnato la fiducia e la stima della popolazione: se questi sono gli obiettivi che deve perseguire la sanità pubblica (ed io sono convinto che lo siano) possiamo a giusta ragione parlare di una punta di eccellenza nel territorio della provincia e dell’intera Toscana, così come dimostrato dalla recente riconferma del riconoscimento UNICEF “ Ospedale Amico del Bambino”, del quale è titolare dal 2002”.