Google+ Giuliano Lenni Weblog: CORTONANTIQUARIA 2010, TORNA LA PIU' ANTICA MOSTRA D'ITALIA

Giuliano Lenni è nato e vive a Montepulciano con la moglie Carla e la figlia Agnese
Ragioniere, ex Ufficiale dell'Aeronautica Militare e Cavaliere della Repubblica
si occupa di attività imprenditoriali e culturali e di scrittura

Hotel Granducato Montepulciano | MontepulcianoHotels | Voltaia Immobiliare
Ordine di Malta| L'Albergatore Informa |
Lions Club Valdichiana I Chiari
Una Divisa per Amico | Associazione Arma Aeronautica | Anioc

CORTONANTIQUARIA 2010, TORNA LA PIU' ANTICA MOSTRA D'ITALIA


Antiquariato, arte, curiosita' e raffinate degustazioni per la 48esima Edizione Mostra Mercato Nazionale d'Antiquariato che aprira' i battenti il 28 agosto a Cortona e restera' aperta fino al 12 settembre. Un appuntamento ormai obbligato nonche' atteso per gli appassionati dell'antico e dell'antiquariato, ma e' anche un richiamo quasi di moda sempre piu' in voga nel calendario di fine estate e che gia' guarda all'autunno. Un appuntamento, unico nel suo genere, che si caratterizza per l'esclusiva capacita' di coniugare felicemente il fascino specialistico delle opere di antiquariato a eventi mondani e piu' "leggeri". Dalle degustazioni con aperitivo alle mostre che fanno parlare, dalle rarita' esclusive agli approfondimenti da specialisti, dalle conversazioni d'autore al Premio Cortonantiquaria che ogni anno si conferisce a personaggi della cultura: momenti che offrono a tutti i visitatori la possibilita' di avvicinarsi all'arte e all'antiquariato da amateur o da semplici curiosi. Per non parlare delle mostre collaterali che oltre la mostra storica, come e' tradizione di Cortonantiquaria, negli anni hanno fatto parlare di veri e propri scoop, come quella dello scorso anno sui Libri Proibiti. Un appuntamento irrinunciabile insomma, per tutti coloro che si definiscono amanti del bello e non solo per i collezionisti d'arte, un must ma per visitatori esigenti. Fucina di idee ed iniziative, Cortonantiquaria da qualche anno presenta "Cortona ospita", uno spazio espositivo per un'opera di pregio portata in esposizione a Palazzo Vagnotti. Quest'anno brucia i tempi perche' i riflettori si accendono su Spinello Aretino (Arezzo, 1350 ca-14 marzo 1410), uno dei maestri della pittura toscana del Trecento, di cui si celebrano i seicento anni della morte, ed espone in anteprima un'opera inedita. Una sorta di MICRO MOSTRA con un dipinto proveniente da collezione privata, raffigurante "la Madonna in trono con Bambino Gesu'". Ma la maggiore curiosita' quest'anno e' la mostra collaterale. Piu' di trenta oggetti tra quadri, arazzi, stemmi, preziosi documenti d'archivio e un allestimento proteso a valorizzare la "sfera del privato" permettono di penetrare oltre le finestre di Palazzo Antinori e di avvicinarsi allo spirito che ha animato l'attivita' economica e le relazioni sociali di una delle piu' importanti famiglie fiorentine per oltre 26 generazioni. Nell'atmosfera elegante di Palazzo Vagnotti si snoda e viene evocata su tre sale, in oltre 100 mq, la storia della famiglia Antinori a partire dal Medioevo.