Google+ Giuliano Lenni Weblog: BRUSCELLO FRANCESCO D’ASSISI, PURA EMOZIONE!

Giuliano Lenni è nato e vive a Montepulciano con la moglie Carla e la figlia Agnese
Ragioniere, ex Ufficiale dell'Aeronautica Militare e Cavaliere della Repubblica
si occupa di attività imprenditoriali e culturali e di scrittura

Hotel Granducato | Aci e Walhalla | MontepulcianoHotels
L'Albergatore Informa |
Lions Club Valdichiana I Chiari
Una Divisa per Amico | Associazione Arma Aeronautica | Anioc
___________________________________________________________________

BRUSCELLO FRANCESCO D’ASSISI, PURA EMOZIONE!


Pura emozione! Questo è il commento che si può fare del 71esimo Bruscello Poliziano. Uno dei più importanti appuntamenti del teatro popolare italiano, nato nelle campagne e portato in scena fin dal 1939 dalla Compagnia Popolare del Bruscello, quest’anno ha rappresentato “Francesco d’Assisi”, che completa la fortunata triologia sulla Divina Commedia, iniziata con “Ugolino della Gherardesca” e proseguita con la mitica “Pia de’ Tolomei”, due Bruscelli che hanno avuto, dal pubblico e dalla critica, un enorme successo. Anche questo libretto, come i due precedenti, è stato scritto da Irene Tofanini e musicati dal maestro Luciano Garosi, ringraziato dal presidente della compagnia pubblicamente dal palco e che sarà ricordato nella storia del Bruscello per la particolare impronta musicale donata alle tre opere. La regia, curata da Franco Romani, come al solito ha offerto un importante contributo alla piacevolezza della rappresentazione del Francesco d’Assisi, interpretato magistralmente dal giovane Marco Banini, già protagonista di altri Bruscelli. Grande l’interpretazione di Matteo Benvenuti, che ha impersonato Bernardo, l’amico di Francesco che lo ha seguito e sorretto in tutti i momenti della sua vita. Ottime le interpretazioni delle due attrici, Chiara Protasi e Irene Tofanini, appassionate interpreti, ognuna a suo modo, di duetti davvero ben confezionati. Lo spettacolo, che come ogni anno è andato in scena sul Sagrato della Cattedrale di Montepulciano, ha avuto i sui massimi picchi nel duetto tra Francesco e Bernardo e nell’impressionante apertura delle porte del Duomo in occasione della visita di Francesco a Papa Innocenzo. La manifestazione, che è organizzata dalla Compagnia Popolare del Bruscello, ha ottenuto la collaborazione del Comune di Montepulciano, della Provincia di Siena, della Regione Toscana e della Fondazione MPS il cui presidente, Gabriello Mancini, è stato premiato con Il cantastorie 2010. Un plauso anche a tutte le comparse, di età compresa tra i 6 e i 70 anni, e all’orchestra, di 39 elementi e due corali, ben dirette dal maestro Garosi. Due curiosità: il Vescovo di Assisi è stato interpretato da un vero prete, don Azelio Mariani, mentre la voce narrante è del Vescovo di Montepulciano, Chiusi e Pienza s.e. Mons. Rodolfo Cetoloni, Francescano. Lunga vita al Bruscello!