Google+ Giuliano Lenni Weblog: Uomini e Motori

Giuliano Lenni è nato e vive a Montepulciano con la moglie Carla e la figlia Agnese
Ragioniere, ex Ufficiale dell'Aeronautica Militare e Cavaliere della Repubblica
si occupa di attività imprenditoriali e culturali e di scrittura

Hotel Granducato Montepulciano | MontepulcianoHotels | Voltaia Immobiliare
Ordine di Malta| L'Albergatore Informa |
Lions Club Valdichiana I Chiari
Una Divisa per Amico | Associazione Arma Aeronautica | Anioc

Uomini e Motori


UOMINI E MOTORI
Prefazione di Giuliano Lenni

“…un giorno l’uomo sarà in grado di imprimere ai carri incredibili velocità senza l’aiuto di alcun animale” Ruggero Bacone, XIII secolo


Uomini e motori. Un binomio che si perde nella notte dei tempi, quando menti illuminate hanno connesso la meccanica alla dinamica per regalare emozioni che ancora oggi ci accompagnano, tra i bolidi rombanti delle piste e le affascinanti curve dei modelli in commercio, in un connubio che innamora. Il libro, scorrevole e di facile lettura, è una rigorosa rivisitazione di epoche in cui l’auto italiana si è legata indissolubilmente all’uomo, a volte per necessità, altre per svago. Un legame quasi amoroso, che ha prodotto modelli divenuti pezzi da museo, opere d’arte nate dalla fantasia di artisti a tutto tondo. L’autore è un profondo conoscitore del settore tanto che, con la collaborazione di alcuni amici, ha dato vita all’Andrea Team, un’associazione benefica che prende il nome dal figlio che, nel pieno delle proprie aspirazioni, venne strappato all’affetto dei suoi cari da una grave malattia. Il libro è dedicato proprio a quel giovane, ancora vivo nel pensiero delle persone che gli hanno voluto bene e che continuano ad amarlo pur con qualcosa d’indefinibile che stringe il cuore nella morsa del vivo ricordo. L’iniziativa è ancora più rilevante in quanto la pubblicazione è rivolta soprattutto ai giovani, che troppo spesso gettano via la propria e l’altrui vita senza sapere che le auto non sono nate per dimostrare bravura alla guida, peggio se resa incerta dall’assunzione micidiale di alcol e droga, ma per sopperire alla necessità del trasporto di persone e cose. Dunque un plauso a Miriano che in ogni iniziativa è mosso dal quasi dovere di aiutare qualcuno, poiché così facendo è come se ridesse vita ai desideri incompiuti del suo Andrea. Vai al sito