Google+ Giuliano Lenni Weblog: Raffaele Paganini a Montepulcianoil 14 gennaio 2009

Giuliano Lenni è nato e vive a Montepulciano con la moglie Carla e la figlia Agnese
Ragioniere, ex Ufficiale dell'Aeronautica Militare e Cavaliere della Repubblica
si occupa di attività imprenditoriali e culturali e di scrittura

Hotel Granducato Montepulciano | MontepulcianoHotels | Voltaia Immobiliare
Ordine di Malta| L'Albergatore Informa |
Lions Club Valdichiana I Chiari
Una Divisa per Amico | Associazione Arma Aeronautica | Anioc

Raffaele Paganini a Montepulciano
il 14 gennaio 2009


Mercoledì 14 Gennaio 2009
al Teatro Poliziano di Montepulciano
la BOTTEGA TEATRALE "Quelli di Collazzi" presenta

"Omaggio a Fred Astaire e Ginger Rogers"
con Raffaele Paganini
e La Compagnia Nuova Euroballetto

per prenotazioni e prevendita telefonare al
3939610667 - 0578758807 (Alessandra)
programmazione@lagenziadelladanza.it

Anni 20... Anni 30... Anni 40... l’inizio di un nuovo tempo, viene spazzata via una storia millenaria per far posto all’avvio del nostro tempo. Rumori di navi da oltre oceano portano marinai Americani e con loro ventate di novità e di voglia di vivere. E’ con questi marinai che inizia lo spettacolo “In the Navy”. Appena sbarcati fioriscono storie d’amore con i fiori più belli della nostra terra: le giovani ragazze. E lo spettacolo continua... Ed ecco che inizia l’incanto fra sorrisi, amori e lustrini. Fascino! Classe! Eleganza! Il mondo di Fred e Ginger, un sogno regalato a quegli splendidi e faticosi anni del nostro passato. Anni 30... Anni 40... Anni 50... e via oltre il 2000, ancora la stessa esigenza di un incantevole sogno un momento frizzante che risponde alla domanda di sempre: SOGNARE! Per poi tornare a casa avendo assaporato la stessa magia... la magia che aveva portato il vento d’oltre Oceano e quel fascino, quella classe, quell'eleganza che vive anche oggi in questo spettacolo. Omaggio a Fred Astaire e Ginger Rogers, non e’ la storia di Fred e Ginger ma la rivisitazione di un’epoca e di costume, un pezzo di storia che molti di noi non hanno vissuto personalmente ma che hanno potuto apprezzare attraverso films, musiche o racconti di chi invece ne ha fatto parte anche se non da protagonista. Ed è a tutti questi che noi intendiamo rivolgerci, ai primi per raccontare, agli altri per fargli rivivere dei sogni fantastici. Questo spettacolo, infatti, non vuole essere altro che un sogno, un’evasione divertente scintillante di luci colori e immagini di un periodo che non tornerà mai più.